Cosa vedere e cosa fare a Natal e dintorni

Cosa vedere e cosa fare a Natal e dintorni

Natal, soprannominata la “Città del Sole”, con le sue meravigliose spiagge che si estendono per oltre 10 chilometri, è il fulcro del turismo dello stato brasiliano del Rio Grande do Norte, che si trova nell’estremo Nord est del paese.

Capitale del Rio Grande do Norte, Natal venne fondata nel 1599 dai portoghesi il giorno di Natale, da qui ha origine il suo nome.

La cittadina di Natal è circondata da una natura spettacolare e incontaminata, tutto intorno al centro urbano infatti si trovano delle dune sabbiose che si estendono per chilometri e chilometri; sono un area protetta poiché costituiscono un ecosistema delicato e fragile.

Su molte dune cresce della vegetazione e questo fa si che queste siano fisse, altre invece sono mobili, ossia si spostano al soffiare del vento.

E’ possibile visitare una parte di queste dune protette dal Parque das Dunas, in una zona limitata è possibile effettuare escursioni in dune buggy, come nei pressi della Spiaggia di Genipabu.

Sempre sulle dune sabbiose è possibile praticare altre attività come il sand board o lanciarsi con la zip line dal culmine di una duna nelle lagune naturali sottostanti.

Lungo la costa si sono preservati dei tratti di foresta atlantica primaria, anche questo è un ecosistema unico, delicato e protetto.

Natal è famosa per le sue spiagge che sono incantevoli, le loro acque sono di un azzurro cristallino e la sabbia è dorata; alcune sono perfette per praticare sport acquatici come il surf e il kitesurf, altre invece sono più adatte alla balneazione.

BauBax

Su un litorale lungo circa 200 km c’è solo l’imbarazzo della scelta; a 10 km a sud di Natal si trova Praia de Punta Negra, una delle spiagge più belle e più vicine, oltre alla già citata Praia de Genipabu; mentre più a sud si trova Praia de Pipa, un insieme di spiagge in prossimità della cittadina di Pipa; mentre a nord si trovano alcuni luoghi adatti al diving e allo snorkeling, come Maracajau.

Anche le spiagge che si trovano in città sono belle, come ad esempio Praia dos Artistas, anche se sono frequentate soprattutto dai locali.

Ma Natal non significa soltanto dune, spiagge e mare, la cittadina offre la possibilità di visitare molti luoghi di interesse storico ancora oggi ben conservati, fra cui, la cattedrale di Nossa Senhora da Appresentaçao, il convento di Sao Antonio, il teatro liberty e l’ex penitenziario in stile neoclassico, riconvertito oggi in centro per l’artigianato.

Il centro storico presenta diversi edifici costruiti nel corso dei secoli in stili differenti, alcuni sono stati restaurati e sono interessanti da vedere, altri invece sono stati abbandonati e versano in condizioni non ottimali, ma è in corso un processo di rivalutazione del patrimonio artistico, quindi li aspetta un futuro migliore.

Lungo la strada litoranea si trovano una serie di grattacieli, sono per lo più appartamenti della classe media e benestante, tutti godono di una vista spettacolare sull’oceano; alle spalle di questi edifici di recente costruzione si trova una piccola favela.

Sempre sul lungo oceano si trova l’enorme scritta “I love Natal” con le lettere colorate, può essere una tappa per fare una foto ricordo simpatica.

Uno dei siti più interessanti, anche dal punto di vista storico, è il Forte dos Reis Magos, un forte costiero risalente al 1630 e restaurato nel 1953; è uno dei luoghi storici più belli e ben conservati di Natal, venne costruito dai portoghesi durante l’epoca coloniale e fungeva sia da prigione sia come bastione difensivo contro gli olandesi; si trova in una posizione scenografica, proteso verso l’Oceano Atlantico alla foce del fiume Potengi.

Nel 2014 Natal è stata una delle città del Brasile ad aver ospitato le partire della Fifa World Cup, per l’occasione venne costruito lo stadio nuovo: l’Arena das Dunas; è possibile visitare lo stadio, sia le tribune, le panchine, gli spogliatoi, la sala di riscaldamento, la sala stampa e un’area dove si possono vedere foto e altri oggetti relativi al Mondiale di Calcio, la Copa come la chiamano in Brasile.

A sud della cittadina di Natal, a circa 25 km, presso la località di Pirangi esiste un albero che merita una visita: si tratta dell’albero di anacardi più grande del mondo.

Oltre al guinness dei primati, è interessante ed istruttivo visitare questo albero; inoltre è l’occasione per assaggiare gli anacardi che qui vengono venduti al naturale, salati o ricoperti di croccante.

Inoltre, a solo un’ora d’aereo da Natal, si trova l’arcipelago di Fernando de Noronha, formato da 21 piccole isole, molte delle quali disabitate e dichiarate parco protetto ;sono isole incantevoli con spiagge semi deserte, numerose specie di uccelli, delfini e tartarughe che giungono su queste spiagge per deporre le uova.

Natal

Nessun commento.

Nessun commento. Pubblica il primo commento!

Only registered users can comment.