Una visita esclusiva della Basilica di San Marco a Venezia

Una visita esclusiva della Basilica di San Marco a Venezia

La Basilica di San Marco a Venezia è uno dei monumenti italiani più conosciuti a livello mondiale, un vero capolavoro di architettura sacra che si rifà a stili lontani e che hanno influito sulla sua realizzazione; è la più riconoscibile delle basiliche italiane, proprio grazie alle influenze bizantine e turche che le hanno regalato un profilo insolito.

La Basilica di San Marco si affaccia sulla omonima piazza, dove l’alta torre campanaria, il Campanile di San Marco, domina l’intera zona; a pochi passi di distanza si trova Palazzo Ducale, un’altra destinazione imperdibile durante un soggiorno a Venezia.

San Marco, proprio per il suo fascino, la sua posizione centrale e la sua importanza religiosa, è la meta preferita e la più visitata dai turisti che si recano a Venezia.

Questa sua fama però la rende spesso congestionata dal flusso di visitatori e respirare l’atmosfera sacra e ammirare i suoi preziosi mosaici d’oro risulta spesso una vera impresa e si rischia di perdere o trascurare alcuni dei suoi tesori.

Ma per fortuna abbiamo scoperto come per vivere al 100% l’esperienza e cogliere la bellezza di San Marco, senza doversi far largo tra la folla di turisti rumorosi.

Abbiamo conosciuto Livitaly Tours che organizza visite guidate all’interno della Basilica la sera, quando i cancelli sono chiusi per gli altri visitatori, che hanno già lasciato Venezia o sono impegnati nella ricerca di ristoranti o locali.

La visita a San Marco con Livitaly Tours prevede una guida locale molto preparata che conduce gli ospiti alla scoperta di questa meraviglia unica; per un’ora e mezza l’intera Basilica è a disposizione esclusivamente dei visitatori di Livitaly e, per rendere ancora più esclusiva l’esperienza, i gruppi non superano mai le 6 persone, in questo modo si può apprezzare a pieno la visita e la magia di questo luogo.

san marco night

La visita inizia con una spiegazione dell’esterno della basilica: i mosaici dorati, presenti nelle nicchie della facciata posti sopra i portali d’ingresso, la presenza dei 4 cavalli scalpitanti, che in realtà poco hanno a che fare con una chiesa, e le cupole, che richiamano più il profilo di una moschea che di una chiesa cristiana.

Si entra poi dall’ingresso presente sul lato sinistro della Basilica, il pesante portone viene aperto solo per noi, entriamo quasi intimoriti da tanta magnificenza; la Basilica è deserta, c’è un silenzio incredibile, che aumenta ulteriormente il fascino di questa visita.

Come prima cosa visitiamo la zona del vestibolo della chiesa bizantina, questa è una zona della basilica che venne aggiunta successivamente alla costruzione originaria, per aumentarne le dimensioni e per separare l’ingresso della chiesa dalla piazza antistante, dove si trovavano i mercanti.

I corridoi del vestibolo, o nartece, presentano un prezioso pavimento, che sembra intarsiato, mentre le pareti, il soffitto e le volte sono interamente ricoperti da mosaici d’oro, che raffigurano scene dell’Antico Testamento.

Il vestibolo è il preludio della magnificenza che si aprirà davanti ai nostri occhi quando entreremo ad ammirare le navate principali.

Varcata la porta, che conduce alla navata centrale, si entra in una Basilica deserta e buia; solo una fila di luci, poste sopra le colonne di marmo, illumina fiocamente l’interno, che per il resto è avvolto dall’oscurità.

Ci sediamo e qui inizia lo spettacolo: tutte le luci vengono spente, lasciandoci nel buio e nel silenzio più totale, una sorta di inferno dal quale si rinasce nella luce della fede.

L’oscurità più totale viene rotta da una fievole luce, che si accende dietro all’altare e che inizia ad illuminare i mosaici dorati che ritraggono scene del Nuovo Testamento; la luce diventa sempre più intensa e, poco alla volta, nei vari angoli della basilica, altre luci si accendono e aumentano di intensità, facendo emergere dall’oscurità tutti i mosaici, che luccicano e illuminano l’ambiente.

mosaici

La sensazione è incredibile ed è difficile da descrivere, il nostro sguardo scorre in tutte le direzioni, affascinato da tutto quell’oro e dalle figure che si affacciano severe e mistiche.

Quando tutte le luci sono accese, al massimo della loro potenza, la Basilica da il meglio di sé, impossibile non rimanere estasiati da questa meraviglia.

Il tour prosegue poi con la guida che ci illustra e ci rivela alcuni particolari nascosti nei mosaici e nei vari angoli della chiesa ispirata al tempio di Costantinopoli.

Scendiamo anche nella cripta, dove per secoli sono state conservate le reliquie del San Marco, che ora invece si trovano nell’altare maggiore, che a sua volta si trova sotto un baldacchino sorretto da colonne di alabastro interamente scolpite.

Dietro all’altare maggiore si trova un altro capolavoro della Basilica di San Marco: la Pala d’Oro, un vero capolavoro di oreficeria tempestato da gemme, come diamanti, rubini, smeraldi e altre pietre preziose.

Scattiamo foto e realizziamo brevi video, durante questo tour infatti è possibile realizzare tutte le foto e i video che si desiderano, cosa assolutamente vietata durante le visite normali della Basilica; inoltre ci si può fermare ad osservare sia i piccoli particolari, che, durante una visita diurna, andrebbero inevitabilmente persi o trascurati; sia le principali opere d’arte, come la Pala d’altare dove, di giorno, non è consentito fermarsi per più di pochi secondi.

Questo tour ci ha lasciato senza parole, è stata un’esperienza fantastica e rappresenta il modo in cui noi vogliamo visitare luoghi così unici e spettacolari come la Basilica di San Marco.

san marco

All’uscita Venezia ci regala un’altra sorpresa, un accenno di acqua alta, che sommerge un angolo di piazza San Marco: pochi centimetri di acqua che però sono sufficienti a riflettere il profilo della Basilica e le luci dell’enorme Piazza San Marco.

Torniamo in hotel soddisfatti e quasi increduli della bellezza della Basilica; anche se l’avevamo già visitata altre volte, non avevamo mai colto molti aspetti e angoli nascosti e non avevamo vissuto a pieno la sua atmosfera mistica.

Siamo rimasti colpiti da questa esperienza organizzata da Livitaly Tours e vogliamo replicarla e visitare anche altri capolavori italiani; non resta che scegliere la prossima meta e la prossima esperienza: il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano o i Musei Vaticani a Roma?

Ma perché scegliere, li visiteremo entrambi ☺

VENEZIA - SAN MARCO

Nessun commento.

Nessun commento. Pubblica il primo commento!

Scrivi un commento