Pianificare un viaggio on the road

Pianificare un viaggio on the road

Un viaggio non inizia in aeroporto, ma inizia molto prima, con una attenta pianificazione, per evitare perdite di tempo inutili, inconvenienti, essere costretti a rinunciare a visitare qualcosa o peggio del peggio, rovinarsi il viaggio.

Ovviamente molto dipende dalla destinazione, ci sono paesi e viaggi più facili da organizzare, altri dove invece è necessario porre maggiore attenzione alla pianificazione.

Momondo ha chiesto ai suoi ambassador di dare qualche consiglio e raccontare come affrontano la fase di pianificazione di un road trip.

I viaggi itineranti sono i miei preferiti poiché mi permettono di scoprire un paese, osservandone ogni minimo particolare, dedicando attenzione anche a quelle piccole località che, purtroppo spesso, vengono ignorate dai viaggi organizzati o da viaggi “volati”; però per costruire un buon itinerario, serve investire del tempo per studiare molto bene la destinazione.

Io amo la pianificazione di un viaggio, si iniziano ad assaporare le varie attività che si possono fare, le meraviglie che vedremo, le persone che potremo incontrare e fantasticare su come sarà fare quell’esperienza; per me il viaggio inizia in questa fase.

Come pianificare un road trip

Conoscere il paese.

La prima cosa che faccio è cercare su internet consigli e itinerari di altri blogger, soprattutto di quelli che hanno uno stile di viaggio simile al mio, mi informo anche sul meteo e altre informazioni utili come la situazione politica e sanitaria, amo viaggiare sicura.

Ultimamente consulto anche i gruppi di viaggiatori su Facebook, alcuni magari non hanno un blog ma pubblicano foto, consigli e itinerari; ho identificato alcune persone che hanno i miei stessi interessi e spesso ci consigliamo a vicenda.

Studiare nel dettaglio le tappe del viaggio.

Anche in questo caso i blog di viaggio e i siti sono una fonte importante di informazioni, ma, oltre a questi, consulto anche le guide di viaggio per avere informazioni più complete; inoltre le guide verranno in viaggio con me quindi vi appunto note e informazioni.

Leggo attentamente e prendo appunti su cosa vedere, quanti giorni servono per ogni tappa e calcolo, utilizzando le mappe online e, a volte anche le mappe cartacee, le distanze.

Chiedo informazioni ad altri viaggiatori che hanno già visitato quei luoghi, scegliendo coloro che, solitamente, condividono consigli e suggerimenti che reputo validi.

Valutare le distanze e i mezzi.

Valutare le distanze e i tempi di percorrenza tra le varie destinazioni è semplice in alcune parti del mondo, come ad esempio in Europa, in Nord America o in Australia.

Altrove invece, in Africa o in Asia o in Sud America, non è altrettanto facile definire a priori i tempi di percorrenza, oltretutto questo è un aspetto da non sottovalutare, è bene informarsi bene sulla condizione delle strade che potrebbero essere sterrate o con una scarsa manutenzione e questo potrebbe richiedere molto più tempo di quello stimato.

Se sto pianificando un viaggio in queste terre compro una cartina che, oltre alle distanze, indica i tempi di percorrenza, inoltre utilizzo molto i forum online per chiedere informazione agli altri viaggiatori.

Calcolo sempre le distanze e i tempi di percorrenza, tenendo sempre un po’ di margine, questo è fondamentale poiché è meglio prevedere gli imprevisti, non si sa mai!

E’ fondamentale scegliere il mezzo migliore per i vari spostamenti, ad esempio decidere quale tipo di auto noleggiare.

e questo dipende dalle strade e dalle attività che si vogliono fare, dai chilometri che si percorreranno, dal costo del carburante in un determinato paese e, ovviamente, dallo stile di viaggio che si vuole fare.

pianificazione viaggio

Costruzione dell’itinerario

Questa è la parte più emozionante perché il viaggio inizia a prendere forma!

Costruisco l’itinerario giorno per giorno, con i tempi di percorrenza, le distanze, le destinazioni e le deviazioni di percorso, a volte i luoghi dove pranzare o cenare, se sono qualcosa di tipico, idem per lo shopping, ecc.

A volte creo delle alternative, per poi decidere la migliore soluzione.

Questa attività comporta un notevole impiego di tempo però è fondamentale per non trascurare nulla e non dimenticarsi niente.

Prenotazione

Dopo tanto studio e tanta pianificazione è venuto il momento di prenotare!

Solitamente io prenoto prima i voli, ma prima studio attentamente le varie opzioni di itinerario; i voli li prendo sempre con Momondo, che mi offre sempre tariffe convenienti, l’importante è monitorare i prezzi.

Dopo che ho comprato i voli, prenoto gli hotel, campeggi, lodge, resort, dipende dal tipo di viaggio, e anche tutte le attività che si possono prenotare in anticipo; in questo modo ho la certezza di poter accedere anche alle attrazioni più frequentate o dove c’è un limite di accessi al giorno.

Assicurazione di viaggio

Per ogni viaggio organizzato in autonomia è importante stipulare una assicurazione di viaggio, esistono varie compagnie e varie polizze; di volta in volta scelgo la soluzione migliore per il viaggio che faremo.

A questo punto il viaggio è pronto, non resta che aspettare la partenza!

PLANNING ON THE ROAD

@momondo #owtravelers #admomondo

Nessun commento.

Nessun commento. Pubblica il primo commento!

Scrivi un commento