Madagascar: tra lemuri e spiagge

Madagascar: tra lemuri e spiagge

Il Madagascar è un paese affascinante e ricco sia dal punto di vista naturalistico sia per le persone che lo abitano, sempre sorridenti e gentili.

Questa isola africana, la quarta più grande al mondo, è un ricco tesoro di biodiversità, qui si trovano specie animali, uccelli e piante che altrove non si trovano, basti pensare ai simpatici lemuri o al predatore locale: il fossa.

Deve la sua fama in parte ad un film molto divertente che racconta le storie di 4 animali simbolo della savana africana ma paradossalmente non presenti in Madagascar ma soprattutto alla bellezza dei suoi paesaggi e alle incantevoli spiagge.

I paesaggi del Madagascar sono uno spettacolo e la gioia dei fotografi, i magnifici baobab sono uno dei simboli del paese nonché l’albero nazionale, delle nove specie di baobab esistenti al mondo ben 6 sono nativi del Madagascar, e la famosa Avenue du Baobab, il viale dei Baobab è il luogo più fotografato del paese.

Si tratta di una sorta di splendido viale lungo circa 15 km a nord di Morondava, dove la strada sterrata è fiancheggiata da imponenti esemplari di “Adansonia Grandidieri”.

Le ore migliori per ammirarlo sono il tramonto e l’alba quando la luce è perfetta e i turisti sono pochi; un luogo davvero magico.

Un altro spettacolo che la natura ci regala in Madagascar è rappresentato dagli Tsingy, sono pinnacoli di roccia carsica modellati nel corso dei secoli dagli agenti atmosferici, il Parco degli Tsingy Rossi è una delle più grandiose meraviglie naturali del Madagascar, uno spettacolo grandioso.

Esiste anche un altro luogo che conserva queste mirabili costruzioni della natura: il Parco Nazionale di Tsingy De Bemaraha, sito Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, famoso per l’immensa foresta di pinnacoli alcuni alti addirittura centinaia di metri.

Il primo Parco Nazionale del Madagascar, la”Montagne d’Ambre” è stato creato nel 1958, questo parco si trova nel cuore di una regione vulcanica ed è considerato a buon diritto un “tesoro biologico”, offre protezione ad una magnifica foresta tropicale, preservata da ogni impatto umano, dove prospera una natura ricca e complessa.

Questo parco è popolato da varie specie endemiche di uccelli e dal più piccolo camaleonte del mondo che misura solamente 5 centimetri.

Ma parlando di Madagascar non si può non parlare dei suoi abitanti più famosi: i lemuri.

baobab madagascar

Photo Credits: stephane_p

Sono ben 102 le specie di lemuri, e pochi mesi fa è stata scoperta una nuova specie, ed il Madagascar resta l’unico posto al mondo dov’è possibile incontrarli nel loro habitat naturale.

Il lemure catta è il più famoso ed il più riconoscibile grazie alla sua coda ad anelli bianchi e neri, si può osservare nelle foreste tropicali del sud dell’isola ma anche nei parchi nazionali.

Ed infine vogliamo parlare dello spettacolo del mare e delle spiagge malgasce, Nosy Be rappresenta la località più conosciuta e deve la sua fama alle spiagge bianche e al mare cristallino che la contraddistinguono, è chiamata l’isola dei profumi grazie alle piante di ylang ylang, di canna da zucchero e di spezie.

Ma esistono numerose destinazioni che non hanno niente da invidiare a Nosy Be, l’isola di Sainte Marie è una vera e propria oasi di pace, o Nosy Ve o Isla Ve, una piccola isola corallina disabitata, un vero angolo di paradiso.

Si possono effettuare numerose attività acquatiche, dallo snorkeling, al diving e al Kite surf.

Le città offrono alcuni esempi di architettura coloniale e svelano il loro passato ricco di storie e leggende di pirati e giramondo.

Il Madagascar rappresenta quindi una destinazione ideale per chi vuole godere di una natura spettacolare e rilassarsi su splendide spiagge.

Per info su un viaggio in Madagascar scrivi qui.

MADAGASCAR - ITINERARIO

 

Nessun commento.

Nessun commento. Pubblica il primo commento!

Scrivi un commento