Il nostro progetto

Il nostro amore per l’Africa è ormai noto a tutti da tempo, questa passione per il continente africano è nata subito dopo il primo safari in Kenya e il famoso Mal d’Africa ci ha colpito profondamente.

Il nostro progetto è aiutare questo continente che ci ha regalato tante giornate fantastiche.

Abbiamo deciso di attivare in relatà due progetti che viaggiano in parallelo: un centro per aiutare i bambini in Tanzania e sovvenzionare alcune strutture che si occupano di conservazionismo e aiuto degli animali africani.

Andiamo in ordine:

Tanzania: Centro sportivo e scolastico nel villaggio di Mto Wa Mbu

Il villaggio di Mto Wa Mbu è una località che dista pochi chilometri dal Parco Nazionale del Lago Manyara, è un villaggio costituito da numerose etnie che vivono in perfetta armonia tra loro.

Nelle piantagioni che circondano Mto Wa Mbu vengono coltivate 40 tipi differnti di banane, che a giudizio di molti, sono le più buone della Tanzania.

In questo villaggio si trovano numerose famiglie che non possono permettersi di pagare un’educazione ai propri figli  che finiscono inevitabilmente a gironzolare nelle vie del villaggio senza un futuro e con il rischio di finire coinvolti in attività criminali.

Lo sport ha rappresentato per molte persone l’ancora di salvezza insegnado loro a praticare uno stile di vita sano, un obiettivo chiaro da raggiungere e a creare relazioni sociali stabili e sicure con i propri compagni e con gli allenatori e istruttori.

Abbiamo voluto creare una scuola di pugilato, una palestra e mettere a disposizione numerose attrezzature per l’allenamento, dalle biciclette alle corde per saltare.

Oltre allo sport per i bambini le cui famiglie non possono pagare gli studi abbiamo ideato delle speciali borse di studio che permettono di ottenere un’educazione di base a cui in seguito far seguire una preparazione specifica per il mondo del lavoro: cuochi, guide safari o gestione amministrativa.

Unitamente al nostro partner locale dedichiamo il 10% del budget dei safari che vendiamo a finanziare queste iniziative, ma servono più fondi e per questo abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Kenya – Zambia: Elephants Orphanage

Il bracconaggio è una triste realtà, anche se negli ultimi anni il fenomeno è sempre più limitato, e ogni anno numerosi animali restano feriti o uccisi da questa vile piaga.

Quello che ci ha fatto decidere di fare qualcosa nel concreto è stata l’immagine di un piccolo elefantino rimasto orfano a causa del bracconagio ripreso mentre vegliava la mamma appena uccisa e la difendeva dalle iene e da chiunque volesse avvicinarla.

Quelle immagini ci hanno intristito infinitamente e anche scrivendone ora ci vengono le lacrime agli occhi, vorremmo non vedere mai più scene del genere ma dobbiamo prima di tutto difendere quei piccoli che oggi hanno subito il dramma del bracconaggio.

Per questo vogliamo aiutare quelle associazioni che si occupao di recuperare i piccoli orfani e offrono loro una nuova casa e una nuova famiglia.

Allo stato brado i piccoli non sono in grado di sopravvivere se non per qualche giorno, per questo è fondamentale il ruolo di queste associazioni che si occupano del recupero dei piccoli e della cura degli stessi fino a quando non saranno in grado di badare a se stessi e ritornare nel wild.

Il latte con cui vengono alimentati gli elefantini è costoso e soprattutto i piccoli ne bevono moltissimo, per questo vi chiediamo un aiuto per sovvenzionare il nostro progetto che si occupa di identificare le associazioni più bisognose di aiuto.

Grazie!

Seguici su

RoMySpace è un marchio di Safari ADV Ltd

© 2013/2020 RoMySpace Tutti i diritti riservati