E’ tempo di Settimana Bianca!

E’ tempo di Settimana Bianca!

Gli anni 80 stanno tornando di moda, e diciamolo, la settimana bianca fa molto anni ‘80.

Gli scenari imbiancati che fanno da sfondo ai cinepanettoni sono indubbiamente affascinanti e il cielo blu crea un contrasto spettacolare con il bianco delle piste e dei boschi innevati.

Sciare permette di unire, in una unica attività, lo sport e la vita all’aria aperta, e per chi non ama sciare, o non ha mai imparato, le località sciistiche offrono comunque numerose attività, dal bob allo slittino, dal pattinaggio alle uscite con le ciaspole.

Personalmente adoro lo sci di fondo, e le piste della Val Ferret, a pochi chilometri da Courmayeur, sono spettacolari; si scivola silenziosi ai piedi del Monte Bianco, che domina la valle per la sua intera lunghezza.

Anche lo sci alpino è spettacolare nel comprensorio di Courmayeur.

Ma c’è un altro motivo per amare la montagna: il cibo!

Un pranzo in un rifugio in quota o in una baita in legno è un regalo per il corpo e per l’anima, fuori il freddo e la neve, dentro un caminetto acceso e il profumo dei piatti tipici.

Un piatto di polenta fumante accompagnata da un brasato o dai formaggi alpini è da elevare subito a Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

IMG_1758

E le notti in montagna? Uno spettacolo, la luna illumina a giorno le montagne sfruttando i riflessi della neve, si potrebbe quasi sciare alla luce della luna piena!

Il nostro arco alpino offre un’incredibile scelta di strutture, i paesini sono curati in ogni minimo particolare, sembrano paesi da presepe!

Quindi, per un tuffo negli anni ’80, scegliere fra Courma e Madonna di Campiglio è un must!

Scherzi a parte sono destinazioni che sanno regalare una settimana bianca eccezionale e soddisfare i gusti di tutti.

Una destinazione che mi piace ricordare è Santa Caterina Valfurva, in Valtellina, si trova dove finisce il mondo, superata la più famosa Bormio si continua ad inoltrarsi nella valle fin dove le strade finiscono.

Stavo per dimenticarmi di Bormio e delle sue terme, per chi ama sciare sono il luogo ideale per rigenerarsi e per chi non ama sciare sono la quinta essenza del relax.

Per chi vuole una destinazione differente dalle nostre Alpi i paesi del nord sono ovviamente la mecca delle vacanze sulla neve, una escursione su una slitta trainata dai cani o in carrozza tirata dalle renne fa sentire chiunque come uno dei primi esploratori del Klondike.

E se siete in vena di fare follie il Canada è la destinazione che fa per voi, alcune zone sono così remote che si giunge in vetta con l’ausilio di un elicottero, la discesa a valle con gli sci è ovviamente un’avventura da raccontare allo sfinimento agli amici e parenti.

Non resta che prenotare, e grazie a @momondo troverete le offerte che fanno per voi.

Quindi non resta che preparare la sciolina, il classico dolcevita, e non ditemi che non fa troppo anni ‘80, e partire.

E poi chissà magari capita pure di incontrare il misterioso e sfuggente uomo delle nevi e scattare il selfie che vi permette di vincere il premio Pulitzer.

IMG_0500

Nessun commento.

Nessun commento. Pubblica il primo commento!

Scrivi un commento