Consigli per un Safari in Tanzania

La Tanzania è un paese fantastico, è la destinazione ideale per fare incredibili safari, ammirare tramonti infuocati e immergersi nell’Africa vera.

La nostra prima volta in Tanzania è stata nel 2003 e abbiamo visitato sia i parchi del nord che quelli del sud.

Il circuito dei parchi del nord è un percorso che tocca quattro dei principali parchi nazionali e aree protette tanzaniane, ognuna di queste riserve presenta caratteristiche uniche che le rendono differenti dalle altre.

Il circuito del Nord riguarda il Tarangire National Park, la Conservation Area del Ngorongoro ed il Cratere del Ngorongoro, il Parco Nazionale del Lago Manyara e il Parco Nazionale del Serengeti.

Il nostro viaggio è iniziato dal Parco Nazionale di Tarangire che viene soprannominato il parco dei giganti perché qui vi si trovano grandi branchi di elefanti e i maestosi baobab.

Il Parco Nazionale di Tarangire offre l’opportunità di avvistare grandi branchi di elefanti, non è infatti raro imbattersi in branchi enormi con fino a 200 esemplari.

Noi abbiamo avuto la fortuna di poterli ammirare mentre scendevano sulle rive del fiume Tarangire per bere e per rinfrescarsi spruzzandosi d’acqua, fango e sabbia, è fantastico poterli osservare in particolare gli elefantini che sembrano giocare con l’acqua e che imparano ad usare la proboscide che sembra muoversi come impazzita.

serengeti

Gli altri giganti silenziosi che vivono nel parco nazionale del Tarangire sono i Baobab, questi maestosi alberi sono una delle icone sia del parco che dell’intero continente africano, la loro silhouette, così come quella delle acacie ad ombrello, è un’immagine tipica della savana africana.

La tappa successiva ci ha portato nel Parco Nazionale del Lago Manyara, il paesaggio cambia completamente, il lago alcalino rappresenta il fulcro del parco mentre sulle sue sponde gli alberi ospitano una quantità incredibile di specie di uccelli differenti.

All’epoca non eravamo grandi appassionati di birdwatching ma tornando a distanza di tempo abbiamo apprezzato questa caratteristica del parco che però è famoso per i leoni che salgono sugli alberi.

A causa dell’umidità del terreno e degli insetti che si trovano a livello del terreno i leoni hanno imparato a scalare gli alberi e trovare sollievo tra i rami così come fanno i leopardi, detto questo noi li abbiamo visti sdraiati a terra 🙂

Il nostro tour è continuato poi con il cratere del Ngorongoro, uno spettacolo della natura, la caldera perfettamente intatta di un antico vulcano spento oggi ospita un piccolo paradiso naturale dove è possibile avvistare tutti i Big5 ossia elefanti, leoni, leopardi, bufali e rinoceronti.

Il nostro lodge era posizionato sul bordo della caldera e affacciava sul cratere, dalla terrazza si abbraccia con lo sguardo l’intero cratere e qui abbiamo fatto uno degli aperitivi con la migliore vista in assoluto.

E per finire il Serengeti!!

Nel Parco Nazionale di Serengeti si trova tutto quello che si desidera e che si è sempre sognato dell’Africa, spazi sconfinati, animali ovunque, paesaggi incredibili e un silenzio ormai impossibile da trovare nelle nostre città.

Il Serengeti è la casa della Grande Migrazione e osservare le file di gnu e zebre che si spostano in fila indiana per chilometri è affascinante, lunghe strisce nere tagliano la savana gialla, sembra fatto con photoshop ed invece è la natura che regala una delle sue meraviglie.

Per concludere una delle esperienze più belle del nostro curriculum di viaggiatori!

Vuoi vivere queste esperienze? Scrivici per avere maggiori info.

serengeti, fiume mara, crossing, grande migrazione

Seguici su

RoMySpace è un marchio di Safari ADV Ltd

© 2013/2020 RoMySpace Tutti i diritti riservati

Send via WhatsApp