Le Mura della città di Khiva in Uzbekistan

Le Mura della città di Khiva in Uzbekistan

Le Mura della città vecchia di Khiva sono perfettamente conservate anche se solo una porzione risale al V secolo, quando vennero edificate.

Le mura vennero costruite utilizzando pali di legno, mattoni crudi, fango e paglia; questi materiali hanno fatto si che le mura, nel corso dei secoli, abbiano dovuto continuamente essere ricostruite e ristrutturate, dal medioevo ai giorni nostri.

Le mura sono lunghe circa 2,2 km e racchiudono la città vecchia che ha una pianta rettangolare; in alcuni punti raggiungono i 10 metri di altezza e 8 metri di larghezza.

Ci sono quattro portali che consentono di accedere alla città, uno per ogni punto cardinale; ogni ingresso è protetto da una porta da cui si poteva controllare che accedeva o lasciava la città.

Gli ingressi che vediamo oggi sono stati ricostruiti nel XIX e XX secolo.

Gli ingressi delle mura di Khiva

L’ingresso di Ata Darvoza

Ata Darvoza è l’ingresso occidentale e il suo nome significa “Ingresso del Padre” poiché costituisce l’ingresso principale alla città di Khiva; è stato ricostruito nel 1975 dopo che la precedente struttura venne demolita negli anni ’20 del XX secolo.

Sulla destra della porta, immediatamente prima di entrare in città, si può ammirare la statua di Muhammad Ibn Musa al-Khwarizmi, l’inventore dell’algebra.

Nel piazzale antistante alla porta si trova il luogo dove poter comprare il pass, valido 2 giorni, per accedere alla maggior parte dei monumenti della città vecchia e anche comprare i biglietti per le attività extra, come salire sulle mura.

L’ingresso di Baggcha Darzova

Baggcha Darzova è l’ingresso settentrionale e il suo nome significa “Ingresso del Giardino” è stato ricostruito l’ultima volta nel XIX secolo e in origine veniva utilizzato dai doganieri, qui ricuotevano le tasse dalle carovane che provenivano da Urgench e che portavano merci nella città di Khiva.

L’ingresso di Palvan Darzova

Palvan Darzova è l’ingresso orientale e il suo nome significa “Ingresso dei guerrieri”; risale al 1806 e, un tempo, costituiva l’ingresso al mercato degli schiavi.

L’ingresso di Tash Darzova

Tash Darzova è l’ingresso meridionale e il suo nome significa “Ingresso di Pietra”; questo ingresso è stato ricostruito durante il regno di Allah Kuli Khan e contiene al suo interno l’ufficio della dogana e una garitta.

Un tempo si poteva salire utilizzando le scale dell’ingresso per raggiungere una piattaforma da cui si potevano avvistare i nemici che si dirigevano verso la città; ora viene utilizzata dai turisti per scattare fotografie.

Ci sono più punti in cui si può salire sulle mura, noi siamo saliti dal Palazzo di Kuhna Ark.

KHIVA - MURA

Nessun commento.

Nessun commento. Pubblica il primo commento!

Only registered users can comment.