Il Castello St. Emmeram della famiglia Thurn und Taxis a Ratisbona

Durante la nostra visita a Ratisbona in Baviera abbiamo visitato il Castello St. Emmeram che, ancora oggi, appartiene alla famiglia Thurn und Taxis che vive in una sezione del palazzo.

Visitare il Castello dei Thurn und Taxis è stata una meravigliosa sorpresa!

Non eravamo a conoscenza del fatto che Ratisbona e la Germania custodissero un gioiello così prezioso e non sapevamo dell’esistenza di questa famiglia, che ha avuto un ruolo fondamentale nella storia della comunicazione in Europa per diversi secoli.

Prima di raccontarvi la nostra visita al Castello St. Emmeram dei Thurn und Taxis credo sia doveroso raccontare qualcosa di più di questa nobile famiglia che ha scritto parte della storia di Ratisbona e della Germania.

La famiglia Thurn und Taxis a Ratisbona: la storia e l’origine della loro ricchezza

Nel XV secolo Franz von Taxis inventò il sistema postale, la famiglia Thurn und Taxis iniziò ad operare in Italia ma ben presto riuscì a ad offrire il servizio in buona parte dell’Europa e, per 250 anni, detenne il monopolio del servizio postale in Baviera e in tutto il territorio del Sacro Romano Impero.

E’ facile immaginare che Franz von Taxis e i suoi discendenti accumularono ingenti ricchezze grazie al servizio postale, soprattutto in un’epoca in cui la consegna di messaggi attraverso messaggeri a cavallo era la modalità più sicura e più veloce per recapitare informazioni e comunicazioni.

Il sistema postale dei Thurn und Taxis era molto efficiente per l’epoca, riusciva a consegnare una lettera da Innsbruck, in Austria, a Bruxelles, in Belgio, in cinque giorni.

Thurn deriva dalla parola tedesca Turm che significa Torre mentre Taxis significa Tasso e questo, oltre al legame che la famiglia aveva con il Ducato di Milano, fa pensare che fossero imparentati con i Della Torre Di Milano e i Tasso di Bergamo.

Questo legame con il Ducato di Milano è visibile nei dipinti che si trovano nelle sale del castello, dove non solo è stato raffigurato più volte lo stemma del ducato, ma in un dipinto è presente anche la città di Milano dell’epoca.

La famiglia Thurn und Taxis, nel corso degli anni, non solo vide crescere la propria ricchezza, ma anche il proprio statuse vennero insigniti di una serie di titoli da parte degli Imperatori del Sacro Romano Impero: il titolo ereditario di detentori del servizio postale imperiale, baroni, conti imperiali e infine principi imperiali sotto l’impero di Leopoldo I.

Nel 1748 l’Imperatore Francesco I nominò il Principe Alessandro Ferdinando rappresentante imperiale alla Dieta Permanente di Ratisbona, il collegio permanente del Reighstag che si riuniva proprio a Ratisbona; per questo motivo la famiglia Thurn und Taxis dovette trasferirsi da Francoforte a Ratisbona, portando con sé la propria corte e dando un impulso economico alla città con il proprio arrivo.

Con la caduta del Sacro Romano Impero nel XIX secolo la famiglia Thurn und Taxis perse il monopolio del servizio postale e, come compenso per questa perdita, ricevette il complesso dell’ex Convento di St. Emmeram; questo edificio divenne la nuova residenza dei Thurn und Taxis a Ratisbona e, nel corso degli anni, venne modificato e ampliato.

La famiglia Thurn und Taxis vive in una parte di questo edificio ancora oggi.

Il Castello St. Emmeram della famiglia Thurn und Taxis a Ratisbona: La visita

Visitare il Castello St. Emmeram della famiglia Thurn und Taxis è una esperienza imperdibile per coloro che visitano Ratisbona, in Baviera.

Il complesso nobiliare racchiude al suo interno una serie di stili architettonici che raccontano la storia del castello e dei suoi ampliamenti.

Il palazzo è ancora abitato dalla famiglia Thurn und Taxis che gestisce la parte museale e le visite; solo una parte del castello è visitabile poiché una parte è una residenza privata.

La visita guidata conduce i visitatori a scoprire tre aree del Castello dei Thurn und Taxis:

Il Castello St. Emmeram della famiglia Thurn und Taxis a Ratisbona: Visita alle stanze di stato

Un meraviglioso scalone di marmo riccamente decorato in stile neoclassico da il benvenuto ai visitatori del Castello St. Emmeram della famiglia Thurn und Taxis a Ratisbona e consente l’accesso alle principesche sale di stato del palazzo.

Le sale di stato sono spettacolari, onestamente non immaginavamo fossero così riccamente decorate e arredate; tutto qui racconta la storia e la ricchezza della famiglia Thurn und Taxis.

La Sala da Ballo in stile rococò è meravigliosa, sfarzosa e opulenta e potrebbe far impallidire alcune sale di Versailles a Parigi, onestamente siamo rimasti senza parole.

Proviamo ad immaginare l’impressione che, in passato, avrà fatto agli ospiti dei Thurn und Taxis; ancora oggi la Sala da Ballo viene utilizzata per organizzare eventi.

Anche il Salone d’Argento è riccamente decorato e quello che attira immediatamente l’attenzione è l’immenso lampadario d’argento che si trova al centro di questa stanza dalla forma quadrata che conserva ancora parte degli arredi originari.

Questa era la camera della Principessa Elena, sorella di Sissi Imperatrice d’Austria; la duchessa Elena Wittelsbach, nota come Nené, sposò infatti il Principe Massimiliano Thurn und Taxis.

La Principessa Elena arredò lei stessa la propria camera in base ai suoi gusti.

Un locale che personalmente ci è piaciuto molto è una terrazza con molte piante e chiusa da una immensa vetrata.

In pratica è una sorta di Orangerie ma, anziché essere separata dal palazzo come avviene di solito, in questo caso funge da connessione tra due ali del palazzo e regala la sensazione di trovarsi in un terrazzo tropicale nonostante il clima tedesco poco clemente soprattutto in inverno.

Il Castello St. Emmeram della famiglia Thurn und Taxis a Ratisbona: Visita al chiostro dell’ex convento e alla cappella

Il nucleo originario del Castello St. Emmeram era un monastero benedettino, ovviamente prima di diventare la residenza della famiglia Thurn und Taxis.

Il monastero venne fondato tra il VII e l’VIII secolo e per diversi secoli fu una importante istituzione culturale, fu una abbazia benedettina prima di venire abbandonato in seguito alla secolarizzazione.

In seguito visse un periodo di abbandono prima di essere donato alla famiglia Thurn und Taxis, che lo integrò nel progetto di ampliamento dell’edificio, diventando così parte integrante del castello.

E’ possibile visitare parte del bellissimo chiostro in stile gotico che era parte del monastero, qui si respira un’atmosfera mistica e la sua architettura semplice e austera contrasta molto con le stanze di stato del palazzo.

Qui si trova la cappella che venne edificata in stile neogotico nel XIX secolo; nella cripta si trovano le sepolture di San Emmerano, San Wolfgang, alcuni Imperatori Carolingi, Duchi di Baviera, Arcivescovi di Ratisbona e alcuni membri della famiglia Thurn und Taxis.

Non abbiamo potuto visitare la cripta ma dalla grata in ferro battuto, presente nel pavimento della chiesa, è possibile vedere alcune tombe, alcune sono capolavori di marmo o bronzo.

Il Castello St. Emmeram della famiglia Thurn und Taxis a Ratisbona: Il Cortile d’onore

Al centro del Castello St. Emmeram della famiglia Thurn und Taxis si trova il cortile d’onore; da qui è possibile ammirare ogni ala del palazzo, inoltre al centro è presente una fontana tipicamente mitteleuropea.

Nel cortile in dicembre viene allestito un grande Mercatino di Natale.

Il Castello St. Emmeram della famiglia Thurn und Taxis a Ratisbona: informazioni utili e curiosità

Il Castello St. Emmeram a Ratisbona è, ancora oggi, la residenza della famiglia Thurn und Taxis, ma una parte del complesso è aperta alle visite.

E’ possibile visitare il Castello dei Thurn und Taxis solamente partecipando a una visita guidata.

Le visite guidate sono organizzate in lingua tedesca, per coloro che parlano altre lingue è possibile noleggiare una audioguida ben fatta che racconta i fatti essenziali del palazzo e della famiglia Thurm und Taxis.

L’unica pecca dell’audioguida è che in alcune sale non è presente il cartello con il numero corrispondente e, a volte, la visita segue un percorso differente, quindi bisogna indovinare il numero o chiederlo alla guida, che non sempre però ne è a conoscenza.

Per l’audioguida è possibile utilizzare le proprie cuffie per ascoltare, purché siano dotate di un jack, altrimenti presso la biglietteria possono essere comprate le cuffiette a 1€.

La visita guidata dura circa 2 ore e mezza, tutte le guide partono dalla biglietteria, che si trova nel negozio del palazzo.

L’ingresso e la biglietteria si trovano all’interno di un cortile, si accede da un grande cancello che si affaccia su Emmeramsplatz, nella parte meridionale del centro storico di Ratisbona.

Abbiamo letto che alcuni visitatori hanno avuto difficoltà a trovare l’ingresso della biglietteria: dovete superare il cancello e proseguire nel cortile fino a quando arrivate a un vialetto sulla sinistra alla fine del quale si trova una piccola porta.

In alternativa, sempre da Emmeramsplatz è possibile salire i pochi scalini, attraversare il cortile ed entrare nel portico della facciata gotica della chiesa che un tempo era parte del monastero, da qui uno stretto passaggio conduce al cortile dove si trova la biglietteria; questo era l’ingresso principale che un tempo veniva utilizzato dalla famiglia Thurn und Taxis.

Il Castello St. Emmeram della famiglia Thurn und Taxis, quando venne ampliato, non solo era uno dei palazzi nobiliari più grandi d’Europa, ma aveva una serie di innovazioni per l’epoca come l’elettricità e i bagni con l’acqua corrente.

Il Castello dei Thurn und Taxis è ancora oggi una delle residenze nobiliari più grandi tra quelle ancora abitate, ha più stanze anche di Buckingham Palace!

Seguici su

RoMySpace è un marchio di Safari ADV Ltd

© 2013/2020 RoMySpace Tutti i diritti riservati