4 cose che probabilmente non sai di Milano

4 cose che probabilmente non sai di Milano

La città di Milano, come tutti sanno, è la capitale della moda e la città più in crescita d’Italia, ma ci sono molte altre cose che solo poche persone sanno, a volte anche chi vive a Milano non le conosce.

Vediamo di scoprire quattro cose di Milano che probabilmente non sai.

“Drago Verde”

Le fontane pubbliche di Milano sono uno dei simboli della città; noi li chiamiamo “draghi verdi” perché sono verdi e perché c’è un drago d’oro che sputa l’acqua; l’immagine del drago è stata presa dai doccioni del Duomo di Milano.

C’è un modo di dire scherzoso che la gente di Milano usa: “Ti offro da bere al bar del Drogo Verde”; è uno scherzo perché è ovviamente gratis bere nelle fontane pubbliche ☺

Chiamiamo queste fontane anche “vedovelle” o “piccole vedove” perché l’acqua scorre sempre come il pianto di una vedova che piange.

Ci sono circa 400 draghi a Milano e sono tutti realizzati in ghisa ad eccezione di uno solo in ottone; è la prima fontana che fu installata in Piazza della Scala negli anni Venti del XX secolo.

In passato i draghi verdi erano molto importanti per il popolo milanese perché non c’era acqua nelle case e tutti prendevano l’acqua da queste fontane; l’acqua era, ed è, un’acqua di alta qualità perché proviene dalla falda ed è un’acqua corrente.

Quindi, se vieni a Milano, puoi tranquillamente bere al pub del drago verde!

La statua della libertà di Milano

Tutti sanno che la Statua della Libertà è a New York e ce n’è una copia a Parigi, ma pochi sanno che esiste una Statua della Libertà anche a Milano.

Una delle statue del Duomo di Milano si chiama “La Legge Nuova”, è a sinistra della facciata sopra il balcone proprio sopra alla porta centrale della chiesa; è molto simile alla Statua della libertà di New York.

Questa statua fu collocata nel 1810 e qualcuno pensa che Frederic Auguste Bartholdi ne trasse ispirazione per progettare la Statua della Libertà di New York nel 1885; se questo fosse vero, potrebbe trattarsi di una sorta di plagio artistico sconosciuto ☺

Il Duomo di Milano nasconde diversi segreti, è anche la più grande chiesa gotica del mondo e ha un record: ha il maggior numero di statue, più di 3.400 statue, 135 doccioni e altre 700 figure; è impressionante!

Il futurismo e Milano

Il futurismo è un movimento culturale e artistico che è nato a Milano all’inizio del XX secolo e ha un’influenza su altri movimenti in diversi paesi europei.

A Milano c’è il “Museo del ’900″ o Museo del XX secolo, completamente dedicato alla mostra permanente del Fururismo e a tutti i movimenti di quel periodo, è nel Palazzo dell’Arengario, il luogo in cui in passato il governatore di Milano era abituato a parlare al popolo, di fianco a Palazzo Reale; dalla terrazza di Palazzo dell’Arengario si può ammirare uno dei più bei panorami del Duomo di Milano.

IMG_0060

I segni del diavolo a Milano

C’è una leggenda che narra che il diavolo abbia trascorso alcune ore spiacevoli a Milano e la prova di questo fatto è su una colonna romana dove ci sono 2 buche.

La leggenda narra che il diavolo abbia cercato di incornare Sant’Ambrogio quando era il vescovo, oggi patrono, della città.

Non lontano da dove oggi sorge la Basilica di Sant Ambrogio il diavolo sferrò il suo attacco ma il santo schivò il colpo ed il demonio finì per incornare una colonna romanica.

Si incastrò così forte che passò la notte seguente cercando di liberarsi ma alla fine dovette desistere e utilizzare i fori creati dalle corna per aprire un varco con l’inferno.

Oggi avvicinandosi ai due buchi si narra che si possa sentire odore di zolfo e addirittura sentire il gorgoglio del fiume infernale Stige.

IMG_4811

Nessun commento.

Nessun commento. Pubblica il primo commento!

Scrivi un commento