Mozambico, Quirimbas e Bazaruto

Mozambico, Quirimbas e Bazaruto

Il Mozambico è famoso per le sue interminabili spiagge di sabbia bianca, i vicini sudafricani amano prendere il loro fuoristrada attrezzato e campeggiare lungo le spiagge deserte; il mare è cristallino e caldo grazie alla corrente calda di Agulhas dell’Oceano Indiano. Ma il Mozambico ha due arcipelaghi incantevoli dove sembra di essere in un film dalla bellezza incredibile dei luoghi, questi arcipelaghi sono Quirimbas e Bazaruto.

L’arcipelago di Quirimbas è la destinazione perfetta per chi ama le isole tropicali incontaminate e deserte e poco affollate.

L’arcipelago si estende a nord di Pemba fino al confine con la Tanzania, queste isole sono rimaste isolate per secoli; in questo luogo il tempo sembra essersi fermato ed ora sono famose per la loro bellezza naturale, le loro spiagge di sabbia bianca e le acque limpide e calde, nonché una storia ricca e turbolenta che ha lasciato suggestive rovine sull’isola Ibo.

Solo alcune delle 32 isole coralline dell’Arcipelago delle Quirimbas sono sviluppate e offrono strutture create esclusivamente per il turismo di lusso, mentre le altre isole rimangono sottosviluppate e deserte.

Ibo Island è una delle isole più intriganti, idilliache e romantiche che si possano visitare; è bella, remota e incontaminata dagli sviluppi commerciali.

Per 500 anni Ibo Island è stata un prospero avamposto commerciale che occupava una posizione chiave sulla costa dell’Africa Orientale; si possono visitare tre fortezze, una bella chiesa cattolica antica e numerosi antichi edifici commerciali che si affacciano sul mare.

Pirati, avorio, intrighi e il commercio di schiavi fanno parte del passato di questa isola corallina, le persone di Ibo sono amichevoli e accoglienti e conducono una vita semplice, sono principalmente pescatori che conoscono le maree e i canali dell’Arcipelago.

Ibo  è il luogo ideale per gite di un giorno in dhow o in barca a motore per scoprire splendide spiagge, baie nascoste e le vicine isole tropicali, dove poter fare un eccellente snorkeling; inoltre, essendo presente una vasta foresta di mangrovie, è anche la casa di alcune specie rare di uccelli.

Il Parco Nazionale di Quirimbas protegge  7.500 km² di foresta costiera, boschi e habitat marino, le aree interne sono notevoli per il raro bosco di miombo che ospita piccole ma importanti popolazioni di animali selvatici, sono presenti anche molte specie di uccelli, questo perché il parco si trova in una zona di transizione tra l’Africa Orientale e l’Africa Meridionale e si trova nel mezzo della rotta della migrazione paleartica.

L’arcipelago di Bazaruto, che si trova più a sud rispetto a Quirimbas, detiene il primato come uno dei migliori posti al mondo per praticare delle immersioni mozzafiato, qui è possibile immergersi in un vero paradiso subacqueo; il  mondo sottomarino ospita una miriade di coloratissimi pesci tropicali, tartarughe marine giganti, delfini e dugonghi marini.

Proclamato Parco Nazionale nel 1971, l’arcipelago comprende le isole di Bazaruto, Benguerra, Magaruque, Banque e Santa Carolina (o Isola del Paradiso), su queste isole si trovano spiagge sabbiose e barriere coralline fantastiche, inoltre, da luglio a settembre, nella parte meridionale del Canale del Mozambico si possono osservare le balene.

Fare snorkeling qui è incredibile, c’è una grande abbondanza di pesci di barriera, come il pesce chirurgo, i pesci idoli moreschi, il pesce pappagallo, i pesci angelo e il pesce farfalla, per citarne solo alcuni, si possono poi osservare le tartarughe marine, lo squalo balena, la manta, la tartaruga liuto, i cetacei, tra cui la megattera e il dugongo.

La popolazione dei dugonghi di Bazaruto conta circa 120 individui, ed è la più grande delle rimanenti popolazioni del Mozambico.

Santa Carolina è un’isola di roccia con canali profondi, che misura solo 3 km di lunghezza e solamente 500 metri di larghezza, ha belle spiagge con barriere coralline poco lontane dalla riva, per la sua incredibile bellezza l’isola è conosciuta come Paradise Island, l’isola del paradiso.

Le isole che formano l’Arcipelago di Bazaruto costituiscono un parco nazionale marino che vanta spiagge sensazionali e paesaggi magnifici.

Commenti ricevuti { 1 }

  1. Avatar
    novembre 30, 2017

    Posti paradisiaci perché ancora non invasi dal turismo di massa. Non è detto che i sogni rimangono sogni, a volte si avverano. Grazie Romy.

    Reply

Scrivi un commento